Archivi per la categoria ‘Norme e regolamenti’

PostHeaderIcon PAYT Italia 4° Convegno Nazionale: resoconto dei lavori

Dal quarto Convegno nazionale di Payt Italia, organizzato con Anci e Comune di Roma, lo stato dell’arte e le prospettive di sviluppo della tariffa puntuale nel nostro paese. Riportiamo l’articolo pubblicato da Labelab.it  nella rubrica “Finestra di prevenzione dei rifiuti“.

“L’appuntamento del 19 settembre a Roma per il convegno TARIFFA PUNTUALE RIFIUTI: come orientarsi nella normativa in evoluzione ha confermato una tradizione. Quella per cui i convegni nazionali con i quali ogni anno Payt Italia fa il punto sulla diffusione della tariffa puntuale nel nostro paese sono un momento di confronto di alto livello tecnico tra operatori, politici e amministratori.

La Finestra sulla prevenzione dei rifiuti li ha sempre seguiti con attenzione perchè la tariffa puntuale si è rivelata il principale strumento economico per le politiche di prevenzione dei rifiuti.

Leggi il resto di questo articolo »

PostHeaderIcon TARIFFA PUNTUALE: Roma, 19 settembre 2018

ROMA, 19 Settembre 2018                                                                                                                                   

TARIFFA PUNTUALE RIFIUTI:  come orientarsi nella normativa in evoluzione. 

Al 16 Settembre oltre 140 iscritti.

PAYT Italia, associazione di operatori pubblici e privati protagonisti di applicazioni della tariffa puntuale, organizza, in collaborazione con ANCI e Roma Capitale, una giornata di approfondimenti e confronto sulla tariffa puntuale:

• una sessione mattutina per l’approfondimento dei temi ancora aperti;

• una sessione pomeridiana con tavoli di lavoro tematici in parallelo.

L’invito è rivolto a soggetti pubblici e privati che desiderano cogliere la sfida della tariffa puntuale.

SCARICA  QUI  IL  PROGRAMMA  aggiornato

Foto 1; Foto 2; Foto 3Foto 4

LAVORI PRESENTATI: Relazione Drosi ; Relazione BettiolRelazione Santi; Relazione Ghiringhelli; Relazione Tornavacca; Relazione Martignoni; Relazione Assessore Montanari

PostHeaderIcon CORTE DI GIUSTIZIA EUROPEA: chi inquina paga

Questa domanda di pronuncia pregiudiziale pervenuta alla Corte di Giustizia europea verte sull’interpretazione del principio «chi inquina paga» e dell’articolo 14, paragrafo 1, della direttiva 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 19 novembre 2008, relativa ai rifiuti e che abroga alcune direttive (GU 2008, L 312, pag. 3).

Tale domanda è stata presentata nell’ambito di una controversia che contrappone la VG Čistoća d.o.o., impresa municipale di gestione dei rifiuti, al sig. Đuro Vladika e alla sig.ra Ljubica Vladika, utenti di un servizio di gestione dei rifiuti, in merito al pagamento di fatture relative alla raccolta e alla gestione di rifiuti municipali, per il periodo dal mese di ottobre 2013 al mese di settembre 2014.

Di particolare interesse il fatto che la sentenza faccia riferimento esplicito alla liceità della commisurazione della puntuale sulla base dei volumi raccolti. 
Cliccando qui si può scaricare la sentenza completa (sentenza del 30/3/2017 nella causa C-335/16).

PostHeaderIcon Pubblicate le Linee Guida per l’utilizzo dei fabbisogni standard nella TARI

Il Dipartimento delle Finanze ha recentemente pubblicato le “Linee guida interpretative per l’applicazione del comma 653 dell’art. 1 della Legge n. 147 del 2013” per supportare gli Enti che nel 2018 si misureranno con la prima applicazione della nuova disposizione.

In particolare, si forniscono elementi che possono guidare gli Enti locali nella lettura e utilizzazione delle stime dei fabbisogni standard per la funzione “Smaltimento rifiuti” riportate nella tabella allegata alla nota metodologica concernente la procedura di calcolo per la determinazione dei fabbisogni standard per i comuni delle regioni a statuto ordinario.

Sul sito del MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) è possibile consultare e scaricare i seguenti documenti:

Linee Guida Interpretative

Allegato 1: “Tabella 2.6: Stime puntuali OLS dei coefficienti della funzione di costo – Smaltimento rifiuti”

Allegato 2: Esempio modalità di calcolo

Allegato 3: Variabili considerate nella stima dei fabbisogni standard del servizio di gestione dei rifiuti solidi urbani

Sul suddetto argomento, a breve ci sarà una posizione Ufficiale di PAYT Italia.

PostHeaderIcon Regione Emilia Romagna: Grazie al protocollo tra Regione, Anci e Altersir si stanno definendo gli strumenti per un’applicazione omogenea del sistema di gestione dei rifiuti

Si è svolto lo scorso 20 novembre 2017 presso la sede della Regione Emilia Romagna, un interessante convegno sulla Tariffazione Puntuale.

Collegati quì per consultarne i contenuti e scaricare la relativa documantazione

 

PostHeaderIcon La posizione di ANCI – IFEL sullo schema di decreto sull’assimilazione dei rifiuti speciali non pericolosi ai rifiuti urbani

Si è svolto lo scorso 9 novembre 2017 presso la Fiera ECOMONDO di Rimini il Convegno sul tema “Tariffa Puntuale e smart city: l’innovazione tecnologica a supporto della PA per il raggiungimento dell’equità fiscale”, nel corso del quale, Davide Donadio, consulente Fondazione IFEL, ha presentato la posizione di ANCI – IFEL sullo schema di decreto sull’assimilazione dei rifiuti speciali non pericolosi ai rifiuti urbani.

Clicca quì per scaricare il documento relativo al suo intervento.

PostHeaderIcon 22 novembre 2017: CONVEGNO – Per un Italia più Pulita

Presentazione del DM 15/2/2017 (RIFIUTI DI PRODOTTI DA FUMO E DI PICCOLISSIME DIMENSIONI).

 

 

PostHeaderIcon Una regolazione complessa: l’assimilazione dei rifiuti urbani agli speciali

Come è noto  il D.lgs  n. 152, Parte IV e, in particolare, l’articolo 195, comma 2, lettera e) attribuisce allo Stato la “determinazione dei criteri qualitativi e quali-quantitativi per l’assimilazione, ai fini della raccolta e dello smaltimento, dei rifiuti speciali e dei rifiuti urbani.” Mentre l’articolo 198, comma 2, lettera g), del medesimo decreto stabilisce in capo ai comuni le competenze in materia di assimilazione dei rifiuti speciali non pericolosi ai rifiuti urbani, secondo i criteri di cui all’articolo 195, comma 2, lettera e) .

Leggi il resto di questo articolo »

PostHeaderIcon 15 giugno 2017: assemblea straordinaria per l’approvazione del nuovo statuto e l’assemblea ordinaria per l’elezione del nuovo consiglio direttivo

Carissimi associati,

il 15 Giugno due importanti eventi coinvolgeranno l’Associazione PAYT Italia: un’assemblea straordinaria per l’approvazione del nuovo statuto e l’assemblea ordinaria per l’elezione del nuovo consiglio direttivo.
Leggi il resto di questo articolo »

PostHeaderIcon INDICAZIONI SULLE PROCEDURE DI RIVERSAMENTO, RIMBORSO E REGOLAZIONI CONTABILI

Pubblichiamo qui di seguito le seguenti documentazioni, consultabili per intero ai seguenti link:

con i quali sono stare definite le procedure per i vari casi di versamenti in eccesso, versamenti a Comuni sbagliati, versamenti a Comune di quote statali e viceversa, che si applicano a tutti i tributi locali, compresa la TARI e la maggiorazione TARES. I testi forniscono indicazioni chiare sulle procedure a fronte di innumerevoli casi verificatisi di questo tipo.

Sul Portale del Federalismo Fiscale é stata prevista un’apposita applicazione informatica telematica, disponibile dal 28 aprile, per il caricamento di tutti i dati da parte dei Comuni. I primi dati, riguardanti, tra l’altro, la maggiorazione TARES, dovranno essere caricati entro il 27 giugno 2016. Nel caso in cui i Comuni li abbiano già trasmessi in altre forme, quali ad esempio e-mail o altro, è stata data indicazione che devono essere comunque caricati nuovamente tutti utilizzando l’applicazione indicata.

Simple Calendar