Archivio di ottobre 2012

PostHeaderIcon Bozza di regolamento attuativo del Gruppo Tares

Il Gruppo Tares ha prodotto, grazie alla collaborazione di tutti i membri, un Regolamento Attuativo coerente con gli emendamenti proposti alla norma, che vuole essere un supporto verso l’Organo Legislativo.

Scarica qui il materiale (presente anche nella documentazione del Convegno Da Tarsu e Tia a Tares del 23.10.2012.)

PostHeaderIcon Grande successo del Convegno: da Tarsu e Tia a Tares, Roma 23.10.2012

Ha riscontrato grande successo l’iniziativa promossa e organizzata dal nostro gruppo TARES e svoltasi negli uffici del Senato a Roma il 23 ottobre. Oltre alla presenza massiccia (ci dispiace per i tanti che pur volendo partecipare non hanno potuto farlo per mancanza di posti) abbiamo registrato con piacere una partecipazione intensa nei numerosi interventi che hanno animato l’incontro. L’elemento che ci fa ben sperare è la quasi totale condivisione delle nostre proposte di emendamenti alla norma, sia da parte dei politici presenti (membri della commissione Ambiente) che da parte delle Aziende e degli Enti Pubblici provenienti da ogni parte d’Italia. Abbiamo inoltre riscontrato un’ampia disponibilità dei referenti Ministeriali a un confronto serio sulle nostre proposte di regolamento attuativo e rilevato uno spirito unitario con molte delle Associazioni che hanno partecipato all’iniziativa. La visibilità che siamo riusciti a dare a questo tema così importante è sicuramente motivo d’orgoglio per tutto il gruppo e deve costituire ulteriore stimolo a proseguire sulla strada dell’impegno e della collaborazione per il raggiungimento pieno dei nostri principali obiettivi che ricordiamo essere:

1. il recepimento dei nostri emendamenti, pochi, di buon senso ma indispensabili per far partire la Tares dal 1 Gennaio 2013 senza generare dubbi, confusione o incertezza

2. la realizzazione di un regolamento attuativo chiaro per una applicazione piena ed equa della norma nel rispetto del principio comunitario “chi inquina paga”.

Un personale ringraziamento a tutti coloro che hanno contribuito e reso possibile il successo di questa importante iniziativa.

Gaetano Drosi

Coordinatore Gruppo Tares

PostHeaderIcon Da TARSU e TIA a TARES: Convegno Nazionale 23 ottobre 2012 Roma

Convegno Nazionale del Gruppo Tares il 23 ottobre 2012 a Roma, scarica l’invito Convegno_TARES_Invito_web

La ricerca condotta sulle esperienze svoltesi in Italia grazie all’effetto dell’introduzione del decreto Ronchi, ha fatto emergere alcuni elementi fondamentali:

  1. L’applicazione del Decreto Ronchi, quando è stato considerato come elemento del “sistema rifiuti” del territorio ha permesso di sviluppare un ampio ventaglio di soluzioni applicative tecnicamente e tecnologicamente evolute e modelli efficienti ed efficaci nei servizi di raccolta;
  2. L’applicazione del Decreto Ronchi, ha consentito di sviluppare forme di prelievo eque, diventando elemento fondamentale per intervenire sia sulle pratiche delle Amministrazioni Locali sia sul comportamento degli utenti/cittadini.

La norma sul prelievo dei rifiuti, quindi, ricopre una funzione delicata all’interno (e non “sopra”) il ciclo integrato dei rifiuti. Ne discende che questa norma non può essere vagliata, se non la si considera come elemento (cruciale, per la verità) facente parte della gestione del ciclo integrato dei rifiuti e fondamentale per migliorarne le prassi.Il varo di una nuova forma di prelievo sui rifiuti urbani, oggi, non può più prescindere dalle considerazioni degli operatori che in questi anni hanno lavorato a servizio delle Amministrazioni Locali, sia per gestire la corretta e uniforme applicazione della norma, sia per il continuo miglioramento delle prestazioni dei servizi.

Forte di questa consapevolezza, il Gruppo, riunitosi spontaneamente a seguito della pubblicazione del decreto salva italia, ha lavorato con uno spirito costruttivo per armonizzare la norma con i risultati che la raccolta dei rifiuti urbani e la gestione dei tributi/tariffe hanno raggiunto in questi 15 anni di applicazione della Tia e della Tarsu, con l’obbiettivo di migliorare, ancora una volta, teoria e prassi della gestione del ciclo integrato dei rifiuti, rendendosi disponibile verso gli Organi Istituzionali a lavorare per l’aggiustamento di alcuni aspetti e per stendere un regolamento attuativo efficace.

Simple Calendar