ARERA: confermati i tempi di avvio nuova TARI

Diamo visibilità alla memoria del Presidente dell’ARERA presentata alla Commissione finanze della Camera dei Deputati lo scorso 21 Ottobre. Tra le note di maggior urgenza si rileva la conferma dei tempi di attivazione del metodo tariffario, 1 gennaio 2020, senza concedere il rinvio richiesto dai principali attori del settore.

Al contempo ARERA auspica il superamento della disposizione  dell’articolo 1, comma 683, della legge n. 147/2013 nella parte in cui prevede, per il “consiglio comunale”, il medesimo termine per l’approvazione del bilancio di previsione e per l’approvazione delle “tariffe della TARI in conformità al piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani.

Rimangono le criticità evidenziate dai principali attori del processo, tra cui l’esclusione dell’Iva tra i costi rilevanti ai fini tariffari e la questione dei crediti inesigibili; si prospetta una nuova criticità relativa agli oneri eventualmente non inseriti nei corrispettivi tariffari, ma non attinenti alle attività ricomprese nel perimetro, dovranno essere indicati separatamente negli avvisi di pagamento.

Per gli approfondimenti alleghiamo il documento e il link all’audizione in cui si possono ascoltare i quesiti e le risposte fornite in quella sede.
MEMORIA ARERA 1 ottobre 2019 VI Commissione finanze qui
Video Audizione sul metodo tariffario – Camera dei deputati – qui 

Rileviamo inoltre che l’autorità sta compiendo la raccolta dei dati relativi ai sistemi di misurazione puntuale dei rifiuti conferiti,  auspicati da tempo dall’associazione Payt Italia.

Manuale d’uso per la raccolta dati sui sistemi di misurazione
Determina di acquisizione dei dati

 

Condividi:

Lascia un commento