Payt Italia: proposta per garantire gli obiettivi ARERA

PAYT Italia ha accolto con grande soddisfazione gli obiettivi di ARERA in termini di standard di efficienza e trasparenza nel settore Ambiente.
Le delibere 443/2019 e 444/2019 definiscono bene questi obiettivi e le ragioni che li hanno determinati.
Proprio perché ci crediamo e siamo forti sostenitori di questo percorso, in virtù del nostro coinvolgimento diretto in più aree di riferimento, riteniamo doveroso e utile sottoporre all’attenzione di tutti i soggetti interessati le criticità finora emerse e le possibili soluzioni per impedire che questo obiettivo condiviso fallisca.
Riteniamo infatti che tempi e modalità proposti mal si conciliano con la realtà su cui impattano (circa 10.000 soggetti tra gestori, Egato e Comuni).
Il recepimento di queste proposte potrà infondere fiducia tra gli operatori ed evitare che l’elaborazione di dati, che al momento si basano su interpretazioni, in tempi così ristretti e senza strumenti e conoscenze sufficienti, risulti onerosa e dannosa.
Appare sempre più evidente come il settore rifiuti riveli caratteristiche e variabili notevolmente differenti dai comparti dell’energia e dell’idrico.
La scelta di ARERA di determinare le entrate tariffarie con un approccio ex post, ovvero legato ai costi effettivamente sostenuti come risultanti dalle fonti contabili obbligatorie dei gestori, porterà a predisporre bilanci non coerenti con gli attuali costi del servizio.
Ciò accade principalmente in quanto ad oggi non esiste una regolazione del mercato dello smaltimento e recupero dei rifiuti e di contro ci si trova in presenza di una molteplicità di contratti di gestione.
Inoltre i modelli di gestione sono differenti e legati a logiche di territorialità e dotazioni impiantistiche.
Si chiede pertanto un approccio non solo retroattivo, che contempli più fasi attuative e che sia coerente con la realtà di mercato e del proprio territorio.
Occorre dare la possibilità a tutti gli Enti e gestori di raggiungere l’obiettivo di una regolazione corretta ed equa.

ADERISCI ANCHE TU
ai punti per migliorare il sistema ARERA e garantirne la sostenibilità e l’applicabilità, sottoscrivi la Proposta Payt Italia, insieme faremo rete.

Per i dettagli e poi aderire clicca QUI

Documento integrale Proposte Payt Italia – formato PDF

 

Condividi:

Lascia un commento